foto Carlo Lavatori

Una giovane azienda milanese decide di affrontare il problema dell’igiene del suolo pubblico delle città da parte dei proprietari di cani. Per farlo chiede a due designer, Gibertini con cui già collabora e me di progettare un sistema facile da usare e soprattutto così piacevole da avere e mostrare da invogliare un comportamento virtuoso abbandonandone uno sgradevole. In vista di una disposizione comunale che porterà a sanzionare i proprietari che non assolveranno all’obbligo di raccolta delle feci dei propri cani, procediamo al disegno di un accessorio da appendere al guinzaglio dedicato ai cani e di immediata comprensione. Si chiamerà BON TON e verrà presentato in quattro colori base ciascuno con un refill di sacchetti all’interno e una confezione di carta stampata con la riproduzione delle viste dell’oggetto in arancione, colore bandiera dell’azienda.

foto studio@miriammirri.it

A young Milan-based company decides to deal with the challenge of public soil hygiene in cities by dog ​​owners. Two designers are asked, Gibertini who already collaborates with them and I, to design a system that is easy to use and particularly pleasant to have and to show to motivate virtuous behavior, abandoning an unpleasant one. In anticipation of a municipal provision that provides for a penalty for owners who will not fulfill the obligation to collect the feces of their dogs, we proceed with the design of an accessory to hang on the leash dedicated to dogs and immediately understandable. It will be called BON TON and will be presented in four basic colors with a refill of bags inside each and a pack of printed paper with the orange reproduction of the side views, the color of the corporate flag.